Le 4 tipologie di massetto

0
1647
Tipologie di massetto

Le 4 tipologie di massetto

A seconda della loro stratigrafia, i massetti possono essere suddivisi in 4 tipologie di massetto:

  • MASSETTI DESOLARIZZATI
  • MASSETTI GALLEGGIANTI
  • MASSETTI ADERENTI
  • MASSETTI RADIANTI

Tipologie di massetto: i massetti desolidarizzati

Questa tipologia di massetti viene realizzata interponendo tra il massetto ed il supporto uno strato separatore orizzontale, posizionando lungo il perimetro delle pareti e intorno ai pilastri uno strato di materiale comprimibile.

Lo spessore di questo massetto non deve essere inferiore a 35 mm.

I VANTAGGI DEI MASSETTI DESOLIDARIZZATI

Nella realizzazione di massetti desolidarizzati, i vantaggi sono i seguenti:

  • Le pavimentazioni sono svincolate dalla struttura e per questo motivo risentono molto meno della sua deformazione;
  • Si possono effettuare riporti di grosso spessore senza ricorrere nel problema di tempi di asciugamento eccessivamente prolungati o di formazione di fessure legate ai ritiri dello strato di alleggerimento;
  • I teli di politene o PVC, creano una barriera efficace contro il vapore, impedendo l’umidità.

Tipologie di massetto: i massetti galleggianti

Viene definito galleggiante un tipo di massetto desolidarizzato posizionato su uno strato di isolamento termico o acustico, con l’obiettivo specifico di rispettare i limiti imposti dalla legge quadro n. 447 del 26 ottobre 1995.

Tipologie di massetto: i massetti aderenti

Nel caso in cui, a causa delr idotto spessore disponibile, non è possibile realizzare un massetto desolarizzato, è utile eseguire il massetto in aderenza alla soletta sottostante, con questi accorgimenti:

  • Verfiicare che la soletta sia stagionata, con adeguate resistenze meccaniche, priva di polvere e di parti friabili e adeguatamente irruvidita;
  • Prima di realizzare il massetto, verificare, nel caso in cui è prevista la posa di rivestimenti sensibili all’umidità, che essa non sia superiore a quella minima richiesta per questi tipi di pavimenti e che non vi sia presenza di umidità di risalita.

Tipologie di massetto: i massetti radianti

Con questo termine sono indicati  i massetti galleggianti che incorporano nello spessore dei tubi che formano spirali o serpentine, percorsi di acqua calda o fredda in base alla stagione.

L’acqua all’interno ha solitamente temperature comprese tra:30°C e 40°C quando l’impianto svolge una funzione riscaldante e tra i 15°C e i 18°C per ottenere l’effetto di raffrescamento.

Le serpentine sono sovrapposte a pannelli isolanti in modo da irradiare solo nella direzione dell’ambiente da riscaldare/ raffrescare.

In fase di progettazione, si deve prevedere che lo spessore minimo del massetto sopra le serpentine sia almeno si 3 cm, così come previsto dalla norma UNI 1264-4 e che sia inserita una rete metallica di armatura dimensionata  in funzione dello spessore totale e dei carichi previsti.

Se hai bisogno di massetti a regola d’arte per pavimentazioni civili, industriali, interne o esterne, affidati a Veneta Massetti, da più di 20 anni gli specialisti del tuo massetto.

LASCIA UN COMMENTO