Il massetto giusto migliora l’efficienza di un impianto radiante fino al 50%

0
634
massetto giusto per impianto radiante

Il massetto giusto migliora l’efficienza di un impianto radiante fino al 50%

Come ben saprai, per risparmiare sui costi di riscaldamento, bisogna essere dotati di un buon pavimento.

Oltre all’impianto radiante e all’isolante, è fondamentale la scelta del massetto giusto.

Per tutti quegli edifici dotati di impianto radiante, il massetto, oltre ad assolvere la funzione portante, influisce in modo sostanziale sull’efficienza energetica.

La conducibilità termica del massetto in rapporto ad uno spessore ridotto è direttamente proporzionale alla facilità con cui il calore sale dal pavimento e si diffonde nella stanza.

In questo modo, il benessere nella casa aumenta e le spese della bolletta energetica si abbassano.

Se la conducibilità termica del massetto è insufficiente e/o lo spessore dello stesso è troppo elevato, un impianto radiante alimentato a olio o a gas può essere semplicemente impostato ad una temperatura maggiore, anche se questo incide sulle spese di riscaldamento.

Associando l’energia geotermica o fonti analoghe ad un cattivo conduttore di calore, l’appartamento rimane freddo, poiché in questo caso la dispersione di calore non può essere facilmente compensata utilizzando più energia.

L’impianto radiante

Gli impianti di riscaldamento e raffrescamento a pavimento, garantiscono un elevato livello di comfort con un notevole risparmio energetico.

Gli elementi radianti, costituiti da tubi in materiale resistente alle alte temperature ed al calpestio, vengono inseriti sotto il pavimento.

In questo modo l’impianto risulta invisibile, a tutto vantaggio dell’estetica e consentendo un miglior sfuttamento degli spazi.

La trasmissione del calore avviene principalmente per irraggiamento e non per convezione. In questo modo si evitano fastidiosi spostamenti d’aria e di polveri e il calore viene diffuso in modo più uniforme.

Massetto e riscaldamento: insieme sono la forza

Un impianto radiante può dare il meglio di sé solo se trova i giusti alleati: il massetto è indubbiamente fra essi, ma non tutti sono uguali, essi si distinguono tra quelli di gesso e quelli tradizionali sabbia-cemento.

I MASSETTI A BASE DI GESSO

Questi trattengono il calore al posto di cederlo e sono un autogol per ogni impianto radiante.

I MASSETTI CEMENTIZI

Rispetto ai primi, questi conducono fino al 30% di calore in più. E’ quindi evidente che questo tipo di massetto vince la sfida e si aggiudica compagno perfetto per l’impianto radiante.

Il massetto deve essere sufficientemente rigido per sopportare senza deformarsi i carichi statici e dinamici cui è sottoposto: per questo scopo, oltre ad una buona compattezza, esso deve avere il giusto spessore.

Sopra il massetto si ha di norma un rivestimento che incide anch’esso sull’efficienza energetica: ceramica, parquet o moquette oppure si può optare anche per un moderno massetto a vista, levigato effetto terrazzo, oppure rifinito con la lisciatrice (opzione perfetta per quasi tutti gli ambienti).

LASCIA UN COMMENTO